AITI sezione Piemonte-Valle d'Aosta

Info per i soci


Quota associativa

Per il 2018 la quota associativa AITI Piemonte e Valle d'Aosta è di euro 120,00 (centoventi/00) per i soci ordinari e di euro 100,00 (cento/00) per i soci aggregati.

Va versata dal 1° al 31 GENNAIO 2018 sul c/c intestato a:
"A.I.T.I. Piemonte e Valle d'Aosta" c/o Banca Prossima
Codice IBAN: IT56D0335901600100000011402
Codice BIC (per chi versa dall'estero): BCITITMX

Si ricorda che il regolamento AITI esclude qualsiasi pagamento in contanti.


In caso di pagamento dal 1° febbraio al 28 febbraio 2018 sarà applicata una penale del 30%.

Il socio che risulti moroso al 1° marzo 2018 sarà considerato decaduto, sarà cancellato dall'annuario AITI e ne riceverà notifica. Oltre tale data, ma entro il 31 gennaio 2019, il socio decaduto potrà chiedere il reintegro nell'Associazione previa richiesta scritta (fax, e-mail, posta) in cui comunica il desiderio di rimanere socio, specificando un valido e comprovato motivo per il mancato versamento della quota 2018, in base all'art. 7 del Regolamento nazionale. Sulla base di tali documenti, il CDR delibererà in merito al reintegro. Tutta la documentazione del socio decaduto sarà distrutta entro un anno dalla notifica.

La ricevuta di avvenuto pagamento della quota associativa annuale verrà spedita per e-mail dalla Tesoreria e la tessera associativa 2018 sarà consegnata/spedita appena disponibile.

Per evitare ogni disguido nell’emissione delle ricevute, intestate esclusivamente alla persona del socio, si invitano tutti i soci a controllare al più presto che i dati presenti nella propria scheda AITI in AREA PERSONALE (indirizzo, CF ecc.) siano aggiornati. Chi non volesse far apparire il proprio indirizzo postale in annuario può inserirlo nel campo “Note recenti” e darne comunicazione al webmaster regionale. Non verrà emessa nessuna ricevuta corretta a posteriori per il mancato aggiornamento della scheda.

Si ricorda che l’aggiornamento della scheda in annuario è di responsabilità del singolo socio.


Convenzioni assicurative
 
Per informazioni sulle convenzioni assicurative stipulate dall'Associazione per i propri soci (responsabilità civile professionale e diaria da ricovero), consultare il sito nazionale: www.aiti.org/professione/convenzioni-assicurative.
Si ricorda che il premio assicurativo va versato alla Tesoreria nazionale e non alla propria Tesoreria regionale.


Convenzioni AITI PVDA

Sono attualmente in corso nuove negoziazioni con strutture alberghiere e professionisti di vari settori, allo scopo di ottenere condizioni di maggior favore per i soci PVDA. Vi invitiamo a visitare frequentemente questa sezione per mantenervi aggiornati sulle novità. Nell'attesa potete consultare la pagina delle convenzioni nazionali: http://www.aiti.org/associazione/convenzioni.
Nell'ottica di una proficua collaborazione, invitiamo tutti i soci che lo desiderassero a contattarci per fornirci informazioni utili in merito a ulteriori possibilità di convenzioni. Sarà nostra cura contattare le strutture segnalate e valutare le eventuali opportunità di collaborazione.
 

Aggiornamento dei dati personali
 
Tutti i dati usati per le attività e le comunicazioni da parte dell'Associazione vengono estratti dall'annuario nazionale online. L'aggiornamento dei dati personali contenuti nella propria scheda annuario è di responsabilità del singolo socio: la correttezza dei dati consente all'Associazione e alla Sezione di comunicare con il socio in modo efficace. Per aggiornare i propri dati, il socio è invitato a seguire le istruzioni contenute in questo tutorial.
Il socio è pregato di comunicare la variazione dell'indirizzo e-mail o della residenza al webmaster regionale, che si occuperà di informare il CDR e la CFR consentendo l'aggiornamento della mailing-list regionale.
 

Traduzioni giuridico-giudiziarie: vademecum
 
In questo documento potrete trovare tutte le informazioni sulle traduzioni asseverate e legalizzate e un fac-simile del verbale di giuramento; questo documento delinea invece i requisiti necessari per lavorare come CTU, per chi desiderasse lavorare come traduttore o interprete per il tribunale. Entrambi i vademecum sono stati redatti dalla referente nazionale della Commissione Traduttori e Interpreti di Tribunale, Alessandra Tarozzo (Presidente PVDA), e fanno riferimento alle disposizioni previste dal Tribunale di Torino.